Parole di un pastore battista Torna all'indice

Ci delinei alcuni aspetti della morale e dell’etica battista. Non vi è una morale unica, valida per tutti, ma dipende dalla sensibilità di Fede; ciascuno risponde in prima persona a quelli che sono gli stimoli dell’ambiente. Per esempio abbiamo varie risposte rispetto all’aborto, al matrimonio, alla limitazione delle nascite; in linea di massima direi che abbiamo una morale, o meglio, un’etica dell’esistenza. Dipende dalla situazione in cui l’individuo, o la coppia, sono chiamati a dare una propria risposta, che non è eterna e universale, ma personale.  In questo senso c’è una libertà massima, ma sempre nel rispetto di quella altrui; la privacy personale non deve essere violata, nessuno può permettersi di criticare. Se per esempio io e mia moglie decidessimo di limitare il numero di figli da avere, sarebbe esclusivamente una scelta nostra.

Come si pone un battista rispetto al divorzio?
Come si fa a dire a una coppia che il matrimonio è indissolubile? Chi lo rende tale? Il sindaco, il prete, il pastore, forse? È la coppia che ogni giorno deve vincere i problemi quotidiani.

 E a proposito dell’eutanasia?
 È un problema molto grande; noi abbiamo la stessa posizione dei Valdesi. Per noi Evangelici la vita non si interrompe con la morte, il mio corpo muore, ma non la mia realtà di uomo. Vale la pena di portare avanti una vita che non è vita? Io mi rifiuterei ad una eutanasia attiva, ma accompagnerei il moribondo alla morte.

 Siete pro o contro la pena di morte?
 Siamo completamente contrari e facciamo sottoscrizioni contro di essa. 

Che importanza date alla Scrittura ?
Nella Scrittura non troviamo le risposte a tutte le domande. Non leggiamo la Scrittura come una realtà storicamente esatta, ma la leggiamo come un libro che ci propone la verità del Signore per farci maturare interiormente.
 
I cattolici credono nell’inferno e nel purgatorio, e voi?
Nella Bibbia abbiamo due strade per la salvezza: una è mediante la Grazia attraverso la Fede, mentre l’altra è quella che Matteo esprime come un giudizio sulle opere dell’uomo. Non crediamo nel Purgatorio e, personalmente, non credo neanche nell’Inferno. Una realtà è certa: chi crede in Cristo sarà salvato.

 Per quale motivo non riconoscete l’autorità del Papa?
 Il Papa…questo alter ego di Dio, vicario di Cristo, come se Cristo avesse bisogno di un rappresentante sulla terra! Noi andiamo avanti per Fede, la visione della Chiesa piramidale, sacerdotale, presso i Protestanti non esiste.
 
Come avviene il Battesimo?
 Sotto questo aspetto ci distinguiamo dai Valdesi, siamo detti congregazionalisti, perché chi viene battezzato entra nella nostra "congregazione", cioè nel gruppo, nella comunità. Il Battesimo avviene per immersione.